Chiesa di Sant'Egidio patrono di Guardea

La presenza di una monofora gotica sul lato nord di questa piccola chiesa fa ipotizzare che il primo nucleo sia stato edificato intorno al 1200- 1300. Quasi certamente si trattava di un’edicola di campagna dedicata a S. Egidio, ma col tempo fu ingrandita e consacrata per le funzioni religiose. Il primo ampliamento avvenne nel 1524, anno in cui fu affrescata la parete dietro l’altare dell’unica navata. L’affresco fu scoperto casualmente durante lavori di restauro e rappresenta la Madonna in trono con Santi. L’ultimo ingrandimento avvenne nel 1690, questa data è scolpita sull’architrave della cappella sinistra. Questo ampliamento fu necessario per sopperire alle esigenze liturgiche della popolazione che si stava trasferendo dal vecchio castrum nella nuova Guardea.

loghi enti finanziatori